La familiarità è un fattore di rischio per i tumori del seno?

Il tumore della mammella rappresenta la neoplasia più frequente tra le donne nel mondo occidentale: circa una donna su dieci si ammala di questa malattia nell’arco della vita.

Ma il rischio di sviluppare tumori della mammella e/o dell’ovaio è più elevato se altri membri della propria famiglia si sono ammalati di queste neoplasie.

Il 5-10% dei tumori della mammella e dell’ovaio infatti si manifesta in donne geneticamente predisposte. In questi casi, definiti ereditari, può essere presente un’alterazione dei geni BRCA1 o BRCA2 che determina un maggior rischio di malattia, anche in giovane età.

Per il tumore della mammella, in particolare, tale rischio aumenta in modo significativo se le neoplasie presenti nella famiglia si sono sviluppate in età precoce (prima della menopausa) o hanno colpito entrambe i seni.

Va comunque precisato, che la presenza di una mutazione indica un’aumentata probabilità, ma mai la certezza, di sviluppare la malattia.

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.