Cura nodulo al seno roma

Nodulo al seno

Un nodulo al seno è una massa che si sviluppa nella mammella. I noduli alle mammelle possono variare in termini di dimensioni e di consistenza e causare dolore. Alcuni vengono individuati solo dopo che la paziente si è sottoposta a una visita senologica o a una ecografia mammaria. La maggior parte dei noduli al seno sono di origine benigna e, dunque, non cancerosi.

Sintomi e cause del nodulo al seno

Ogni donna dovrebbe regolarmente eseguire  l’autopalpazione  del seno ma non è possibile riconoscere in maniera autonoma la natura di un nodulo al seno. Solo la visita senologica e/o altri test di screening possono fornire una diagnosi certa.

Sono diversi i motivi per cui nel seno di una donna potrebbe svilupparsi un nodulo. Bisogna, infatti, considerare che la mammella è composta da diversi tipi di tessuto la cui composizione può variare in diverse fasi e momenti della vita di una donna, come per esempio durante l’allattamento.

Non solo. Il seno è formato anche da tessuto connettivo fibroso e adiposo nonché da nervi, vasi sanguigni e linfonodi. Ognuna delle diverse parti di cui il seno si compone potrebbe reagire in modo distinto ai cambiamenti chimici dell’organismo ed influire sullo sviluppo di noduli. Tra le principali cause della formazione dei noduli mammari troviamo:

  • Infezione o ascesso;
  • Cisti;
  • Lipoma
  • Necrosi grassa;
  • Adenoma o fibroadenoma;
  • Cancro mammario

Infezione o ascesso al seno

La mastite è un classico esempio di infiammazione al seno determinata da un’infezione batterica che può causare dolori, arrossamenti o gonfiori locali. La stasi del latte è una delle principali cause della mastite che colpisce maggiormente, ma non solo, le donne in allattamento.

Cisti al seno

Una cisti al seno è una sacca benigna, piena di liquido. Alcune cisti sono indolore, altre possono essere piuttosto dolorose. Solo in rari casi tali cisti si sviluppano nel seno di donne che hanno un’età superiore ai 50 anni. Nella comunità scientifica non c’è ancora parere unanime sulle cause delle cisti mammarie ma è probabile che esse si sviluppino in risposta agli ormoni correlati al ciclo mestruale.

Lipoma al seno

Un lipoma è un nodulo morbido e benigno, solitamente indolore e di piccole dimensioni, localizzato sotto la pelle. La massa di cui si compone si muove facilmente e ne agevola l’identificazione per la quale è sufficiente anche una leggera pressione delle dita.

Necrosi grassa al seno

Una necrosi grassa può comparire in seguito alla rottura o al danneggiamento del tessuto adiposo mammario. Non è pericolosa e non contribuisce all’aumento delle probabilità di carcinoma mammario.

Adenoma o fibroadenoma

Un adenoma è una crescita irregolare del tessuto ghiandolare della mammella. I fibroadenomi rappresentano la tipologia più comune di adenoma nella mammella e colpiscono prevalentemente donne che hanno meno di 30 anni ma possono essere riscontrati anche in donne più mature. Nella maggior parte dei casi, non sono cancerosi e richiedono monitoraggi periodici clinico-strumentali.

Cancro mammario

Un nodulo maligno al seno può essere sintomatico dello sviluppo del cancro al seno. Tende ad apparire duro, poco mobile e di forma irregolare, generalmente non doloroso. Può svilupparsi in qualsiasi regione del seno o del capezzolo ma lo si riscontra maggiormente nel quadrante esterno superiore.

Cosa fare se si avverte un nodulo al seno

Nel caso si avvertisse la presenza di un nodulo al seno bisogna consultare un medico. Per determinarne l’origine (benigna o maligna), la paziente verrà invitata a svolgere una ecografia al seno, una mammografia o una risonanza magnetica mammaria.

Nel caso di un nodulo benigno, il medico potrebbe decidere anche di non procedere con ulteriori esami, quantomeno nell’immediato, ma di portare avanti un programma di monitoraggio del nodulo stesso per scoprire se nel tempo tende ad assumere dimensioni maggiori o addirittura a scomparire.

Qualora dagli esami sopra elencati non sia possibile giungere ad una diagnosi definitiva, lo specialista può suggerire una biopsia. In presenza di formazioni cancerose in genere si procede a un intervento di chirurgia senologica, seguito da un trattamento terapeutico che può prevedere radioterapia, chemioterapia o terapia ormonale.

Trattamento terapeutico per i noduli al seno

Il trattamento terapeutico consigliato dal medico dipende dalla causa che ha generato il nodulo. Se si tratta di una infezione al seno (mastite) che colpisce una donna nel periodo dell’allattamento, il trattamento più ricorrente prevede il ricorso ad antibiotici ed impacchi caldi.

In presenza di cisti al seno di piccole dimensioni non è necessario seguire uno specifico percorso terapeutico. Qualora, nel corso del tempo, la dimensione della cisti tenda a crescere, lo specialista può optare per una procedura ambulatoriale nota come agoaspirato, finalizzata a ridurre il volume di queste formazioni. Solo in rare circostanze è necessario un intervento chirurgico.

Un lipoma viene in genere rimosso solo quando causa forti dolori. Qualora la paziente decida di non ricorrere alla chirurgia è possibile optare per la liposuzione o per l’iniezione di steroidi, ma entrambe le procedure potrebbero non garantire gli stessi risultati dell’intervento chirurgico.

Un lipoma viene in genere rimosso chirurgicamente solo quando diventa di grandi dimensioni o crea inestetismi.

La necrosi grassa non comporta un trattamento specifico, in quanto nella maggior parte dei casi va via da sola. In presenza di dolori, la paziente può massaggiare o applicare impacchi caldi nell’area in cui si è sviluppata la necrosi.

Solitamente, quando si riscontra la presenza di un fibroadenoma si decide di procedere alla sua rimozione se diventa di grandi dimensioni o se cresce rapidamente.

Il cancro al seno richiede urgenti trattamenti, determinati a seconda della tipologia di tumore rilevato, delle sue dimensioni e della sua posizione.

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico. Ogni terapia è individuale e deve essere monitorata dal proprio specialista. Per risolvere i tuoi dubbi richiedi tranquillamente un consulto a SenoClinic.