SenoClinic

Unità di Senologia


Casa di Cura Privata

Villa Benedetta

Circonvallazione Cornelia, 65

00165 Roma

Tel. 06.66.65.23.63

 

Responsabile Unità di Senologia

Dr.ssa Simonetta Rossi

 

Contatti_SenoClinic_Senologia_roma
Villa Benedetta
Come contattarci
dove trovarci
Le nostre prestazioni

Il rischio genetico

Il rischio genetico: dalla familiarità alla predisposizione

Rischio genetico

 

Sono state identificate alcune caratteristiche genetiche ereditarie che espongono le donne a un elevato rischio di sviluppare, nel corso della vita, un tumore alla mammella.

 

Predisposizione genetica: alterazione dei geni BRCA1 e BRCA2*, responsabile del 8-10% di tutti i carcinomi mammari, anche in giovane età.

 

Familiarità: presenza nella famiglia di componenti (madre, sorella, zia, nonna etc.) con tumore al seno e/o ovaio.

 

Per quanto riguarda i fattori di rischio un genetista di SenoClinic può eseguire un’accurata valutazione del rischio familiare per individuare quei casi che possono eventualmente essere portatori di un’alterazione genetica, confermata o meno mediante appositi test genetici, eseguiti con un prelievo del sangue. Ti ricordiamo che il test per sapere se si è portatori di queste alterazioni genetiche è consigliabile esclusivamente dopo opportuno counseling genetico. Chiama oggi stesso la nostra linea d’ascolto al numero 06.66652363 per prenotare una visita di controllo.

 

A questi fattori, non modificabili, ne vanno aggiunti altri come:

 

Età: la probabilità di ammalarsi di un tumore al seno aumenta con l’aumentare dell’età della donna, sebbene la maggior parte dei tumori al seno (circa il 60%) colpisca le donne di età inferiore ai 55/60 anni.

 

Storia riproduttiva della donna: prolungata esposizione agli estrogeni e progesterone, quale si registra nel menarca precoce o nella menopausa tardiva; nulliparità (nessuna gravidanza) o prima gravidanza oltre i 35 anni; mancanza di allattamento.

 

Patologie predisponenti: tumore all’altro seno, all’utero (endometrio) o all’ovaio, lesioni preneoplastiche della mammella, precedente radioterapia della parete toracica (es. linfomi in età giovanile).