SenoClinic

Unità di Senologia


Casa di Cura Privata

Villa Benedetta

Circonvallazione Cornelia, 65

00165 Roma

Tel. 06.66.65.23.63

 

Responsabile Unità di Senologia

Dr.ssa Simonetta Rossi

 

Contatti_SenoClinic_Senologia_roma
Villa Benedetta
Come contattarci
dove trovarci
Le nostre prestazioni

La parola del mese: autopalpazione

Cosa è la palpazione del seno?

Durante la visita senologica che consigliamo di effettuare almeno ogni due anni già dai 25-30 anni, attraverso la palpazione del seno il medico può avvertire la presenza di noduli e cercare di individuarne la causa, a tal fine il medico ne analizzerà dimensione, forma e consistenza. Egli controllerà anche se il nodulo si muove facilmente. Generalmente i noduli benigni hanno caratteristiche diverse da quelli maligni: i noduli benigni appaiono generalmente ben delimitabili, mobili e di consistenza non tanto dura alla palpazione, mentre i noduli dalla consistenza alla palpazione dura, dalla forma irregolare e poco mobili sono più probabilmente cancerosi.

 

È possibile eseguire l’autopalpazione?

L'autopalpazione è un esame che ogni donna può effettuare tranquillamente anche a casa propria. È un esame che permette di conoscere meglio l'aspetto e la struttura normale del seno e consente quindi di poter cogliere precocemente qualsiasi cambiamento.

 

L'esame si svolge in due fasi:

 

1) l'osservazione: permette di individuare mutazioni nella forma del seno o del capezzolo,

 

2) la palpazione: può far scoprire la presenza di piccoli noduli che prima non c'erano.

 

Quando si parla di autopalpazione si pensa solo a un esame per la ricerca di noduli nella ghiandola mammaria, ma in realtà grazie a questo esame possono emergere altri segnali che devono spingere a consultare il senologo, come retrazioni o cambiamenti della pelle, secrezioni dai capezzoli e cambiamenti di forma della mammella.

 

Gli esperti di SenoClinic ti spiegheranno durante la visita senologica come eseguire questo importante autoesame.

 

In che momento è opportuno eseguire l’autopalpazione?

A partire dai 20 anni l'esame può essere effettuato una volta al mese tra il settimo e il quattordicesimo giorno del ciclo. Rispettare questi tempi è importante perché la struttura del seno si modifica in base ai cambiamenti ormonali mensili, e si potrebbero di conseguenza creare, in alcuni casi, confusioni o falsi allarmi.

 

Quali sono i sintomi più importanti di cui tenere conto?

Il più comune sintomo del tumore al seno è la presenza di un nuovo nodulo mammario: se il nodulo è duro ed indolore e presenta contorni irregolari è più probabile che sia cancro, tuttavia il cancro al seno può anche essere non duro e ben delimitabile. Per questo motivo è fondamentale che ogni nuovo nodulo sia tenuto sotto controllo da un senologo esperto nella diagnosi delle malattie della mammella.

 

Altri possibili segni di patologie del seno sono:

 

Gonfiore di tutto il seno o di una parte di esso (nonostante non si avverta nessun nodulo al tatto);

 

Irritazione ocute a “buccia d’arancia”;

 

Dolore al seno o al capezzolo;

 

Retrazione del capezzolo;

 

Arrossamento o ispessimento del capezzolo o della pelle del seno;

 

Secrezione diversa dal latte materno;

 

Cambiamenti nelle dimensioni o nella forma del seno;

 

Morbidezza del capezzolo.

 

Aumento di volume di 1 o + linfonodi dell’ascella qualora siano presenti metastasi linfonodali.

Nota Bene: ogni terapia va individualizzata e monitorata in ciascuna paziente dal medico specialista esperto nel campo. Queste risposte non possono in alcun modo sostituirsi al rapporto medico-paziente, né essere utilizzate senza esplicito parere medico. Per risolvere i tuoi dubbi prenota oggi stesso un consulto presso l’Unità di Senologia di Villa Benedetta, SenoClinic chiamando il numero 06.66652363 o rivolgiti al tuo medico di fiducia.