Il linfedema, quel fastidioso gonfiore del braccio dopo la mastectomia

In caso di mastectomia, una conseguenza dell’asportazione dei linfonodi ascellari, è l’ostacolo al drenaggio dei liquidi interstiziali del braccio.

È quindi possibile che dopo l’intervento, anche a distanza di molto tempo, possa comparire del gonfiore (a braccio, avambraccio e mano), definito “linfedema”.

Cos’è il linfedema

Il linfedema è una patologia causata dal ristagno di linfa in differenti sedi dell’organismo e si manifesta soprattutto sotto forma di gonfiore.

In caso di chirurgia mammaria le aree interessate possono essere la mano, il braccio e l’avambraccio collegati al lato del seno che ha subito la chirurgia.

Il linfedema non va confuso con il gonfiore che si manifesta generalmente dopo un intervento chirurgico e che è destinato a scomparire gradualmente.

Cause del linfedema dopo l’intervento al seno

La comparsa del linfedema può essere dovuta agli interventi chirurgici che richiedono svuotamenti linfonodali allargati, proprio come la mastectomia.

In caso di asportazione parziale o totale della mammella, la chirurgia e la radioterapia possono comportare il danneggiamento o l’asportazione delle ghiandole linfatiche dell’ascella.

In questo modo viene a mancare il drenaggio naturale con un conseguente accumulo di liquidi e la formazione del braccio grosso post-mastectomia.

Attualmente il linfedema rappresenta una complicanza meno frequente grazie ad interventi più conservativi e alla tecnica del linfonodo sentinella, che prevede lo svuotamento linfonodale allargato solo quando quest’ultimo risulta necessario.

Prevenire il linfedema dopo l’asportazione della mammella

Poiché si stima che nel 60% dei casi il linfedema può comparire anche entro 2 anni dall’intervento chirurgico, è molto importante prevenire la sua formazione con la mobilizzazione articolare.

Per questo motivo la riabilitazione fisica dopo l’intervento chirurgico di mastectomia è fondamentale: una corretta esecuzione degli esercizi di riabilitazione motoria nella routine quotidiana consente alla maggior parte delle donne di ritornare alla normale mobilità.

La riabilitazione motoria dopo la mastectomia

Grazie all’esecuzione metodica degli esercizi di riabilitazione e al supporto del fisioterapista, è possibile non solo prevenire il linfedema, ma anche alleviare la sensazione di tensione e formicolio che si può avvertire dopo l’intervento a livello di braccio, avambraccio, mano, spalla o emitorace.

La riabilitazione motoria, oltre a favorire la mobilità di braccio e spalla, aiuta anche a correggere posture scorrette ed eventuali disagi collegati.

Gli esercizi possono essere praticati già a distanza di una settimana dall’intervento chirurgico e devono essere ripetuti più di una volta al giorno per pochi minuti.

Anche se il post-intervento prevedesse delle sedute di radioterapia, è fondamentale che la paziente svolga gli esercizi indicati dal fisioterapista, per mantenere l’elasticità dei tessuti irradiati e ottenere una completa ripresa motoria.

Controindicazioni

Durante la riabilitazione è possibile avvertire un lieve fastidio mentre si eseguono gli esercizi: se il disturbo dovesse essere eccessivo e trasformarsi in dolore potrebbe essere necessario modificare la terapia.

Anche nel caso dovesse comparire un gonfiore localizzato nonostante il movimento quotidiano, è necessario contattare lo specialista per intervenire con un approccio differente.

Per evitare la comparsa del linfedema à molto importante seguire precisamente le indicazioni dei medici e dei fisioterapisti nel decorso post-operatorio.

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico. Ogni terapia è individuale e deve essere monitorata dal proprio specialista. Per risolvere i tuoi dubbi richiedi tranquillamente un consulto a SenoClinic.

Bibliografia

Kasse AA, Diop M, Dieng M, Deme A, Ndaw D, Fall MG, Diop PS, Betel E, Dembele B, Drabo B, Timbely G, Toure P. Les facteurs de survenue des lymphoedèmes du membre supérieur après mastectomie pour cancer du sein [Risk factors for lymphedema of the arm after mastectomy for breast cancer]. Dakar Med. 1999;44(1):32-5. French. PMID: 10797983.

 346 Visite Totali,  7 Visite di oggi

Condividi questo articolo