Quando i dolori mestruali diventano insopportabili

I dolori mestruali rappresentano uno degli aspetti meno piacevoli del ciclo mestruale. Si presentano già qualche giorno o qualche ora prima dell’arrivo delle mestruazioni, ed in molti casi ci “fanno compagnia” anche qualche giorno dopo.


Spesso non si tratta di dolori sopportabili e passeggeri, ma i disturbi diventano molto intensi, talvolta invalidanti e pregiudicano la vita quotidiana della donna per diversi giorni al mese. In quel caso si parla allora di dismenorrea. E allora, come si affronta la dismenorrea? Esiste qualche metodo per superarla senza dover ricorrere tutti i mesi a farmaci antidolorifici?

I sintomi della dismenorrea

I sintomi della dismenorrea non si esauriscono solo nei dolori e nei crampi addominali, ma spesso includono: 

  • lombalgia;
  • cefalea;
  • sudorazione;
  • vertigini;
  • tensione mammaria. 

Come alleviare i sintomi della dismenorrea

Non sempre è possibile affrontare i sintomi della dismenorrea assumendo farmaci antidolorifici per diverse ragioni: perché non è possibile assumerli, perché ci sono altre terapie in corso, perché si è contrarie all’abuso di farmaci, perché si preferisce sempre scegliere la strada dei rimedi naturali…
Ciascuna donna la pensa a modo suo.

Per fortuna, però, le alternative ci sono. Eccone alcune:

  • applicare una boule dell’acqua calda sull’addome oppure sulla schiena;
  • stendersi sul letto o sul divano, cercando di creare un momento di relax, di rilassarsi e di distrarsi;
  • fare un bagno caldo;
  • bere una buona tisana (camomilla, finocchio, zenzero)
  • praticare la meditazione o lo yoga
  • farsi fare un massaggio alla schiena;
  • non fare pasti particolarmente pesanti ed abbondanti, ma al contrario fare piccoli spuntini leggeri dilazionati nell’arco della giornata;
  • fare una passeggiata o del movimento aerobico.

Comportamenti da evitare

Ci sono anche alcune piccole attenzioni che consentono di arginare o alleviare gli spiacevoli sintomi della dismenorrea:

  • non bere alcolici;
  • evitare la caffeina;
  • non fumare;
  • evitare pasti abbondanti e pesanti; 
  • non trascorrere tutto il giorno coricate a letto o sul divano, ma sforzarsi di uscire e muoversi un po’.

Un consiglio prezioso per chi soffre di dismenorrea

Chi soffre di dismenorrea sa bene che non si tratta di qualche crampo passeggero, ma di un vero e proprio insieme di sintomi invalidanti che ogni mese fanno puntualmente capolino sfasando qualunque tipo di programma lavorativo, scolastico o familiare. Non a caso la dismenorrea è una delle prime cause di assenteismo tanto scolastico che lavorativo.
Al di là dei piccoli seppur utili consigli sopracitati, nel caso in cui si soffra di una dismenorrea particolarmente acuta conviene valutare l’opportunità di prenotare una visita specialistica ginecologica accurata ed approfondita. Sarà il medico a valutare lo stato generale di salute intima della paziente e ad indicare, ove necessario, un percorso di trattamento mirato rispetto alle sue esigenze. 

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.