Herpes genitale: cosa succede in caso di contagio

Herpes genitale, cosa succede in caso di contagio?

Prurito, bruciore intimo e vescicole potrebbero essere i sintomi dell’herpes genitale. In caso di diagnosi positiva, non bisogna preoccuparsi: si tratta di un virus a trasmissione sessuale che è possibile trattare con specifiche terapie.

Sintomi dell’herpes genitale

Le vescicole dell’herpes genitale compaiono generalmente nella zona tra i genitali e il retto.

La loro rottura può essere molto fastidiosa e dare origine a ferite che provocano bruciore e prurito intenso.

Questi disturbi possono essere accompagnati anche da sintomi influenzali, come febbre e malessere generale.

Come curare l’herpes genitale

Dopo la visita ginecologica, lo specialista potrebbe prescrivere una terapia a base di farmaci antivirali ad uso topico o orale (aciclovir, famciclovir, valaciclovir).

Più che di farmaci contro l’herpes genitale, sarebbe corretto parlare di sostanze farmacologiche utili per alleviarne i fastidiosi sintomi e diminuire il rischio di forme recidivanti: non esiste alcuna cura definitiva contro l’Herpes genitale.

La fase di guarigione dall’herpes genitale dura circa una settimana e in alcuni casi può essere abbastanza dolorosa, ma grazie ad alcuni accorgimenti è possibile alleviare i fastidi causati dall’infezione.

Igiene intima in caso di herpes genitale

Una corretta detersione delle zone intime è fondamentale per limitare la trasmissione e aiutare la guarigione.

Si consiglia di preferire detergenti a pH leggermente acido e di tamponare la zona con un asciugamano morbido e ad uso personale.

Risciacqui e impacchi

Per limitare la diffusione dell’infezione e accelerare la guarigione, è consigliabile risciacquare i genitali con acqua tiepida e sale o acido borico al 3%, da utilizzare anche per impacchi locali.

La cicatrizzazione delle piaghe, causate dalla rottura delle vescicole, può essere favorita da lavaggi a base di bicarbonato di sodio, amido di mais o tea tree oil.

Del ghiaccio avvolto in un panno pulito e morbido può dare sollievo immediato in momenti di prurito intenso.

Biancheria intima

Si raccomanda di utilizzare biancheria in cotone, preferibilmente comoda e larga, e di evitare gli indumenti stretti e in materiali sintetici.

Farmaci

Per alleviare il dolore o in caso di febbre si può ricorrere ad antinfiammatori da banco come il paracetamolo e l’aspirina.

Se il fastidio è lieve, si possono provare alcuni rimedi naturali che stimolano le difese immunitarie e hanno un’azione benefica sull’infezione come echinacea, propoli e pappa reale.

Abitudini sane

Un’alimentazione ricca di vitamine e sali minerali è utile a sostenere il sistema immunitario.

Si consiglia di evitare rapporti sessuali per non aggravare la situazione e ridurre il rischio di trasmissione al partner.

Conclusioni

In caso di herpes genitale, è fondamentale seguire sempre le indicazioni del ginecologo perché l’infezione può ripresentarsi con episodi recidivanti, soprattutto in condizioni di forte stress o quando le difese immunitarie sono più deboli.

Con SenoClinic è possibile eseguire una visita ginecologica di controllo.

Diagnosi e trattamento dell’herpes genitale a Roma

I nostri Specialisti si occupano di prevenzione, diagnosi e trattamento di tutte le patologie ginecologiche. SenoClinic opera a Roma presso la Casa di Cura Villa Mafalda.

Per maggiori informazioni contatta la nostra Segreteria allo 06 36 30 34 91

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico. Ogni terapia è individuale e deve essere monitorata dal proprio specialista. Per risolvere i tuoi dubbi richiedi tranquillamente un consulto a SenoClinic.

Bibliografia

Gupta R, Warren T, Wald A. Genital herpes. Lancet. 2007 Dec 22;370(9605):2127-37. doi: 10.1016/S0140-6736(07)61908-4. PMID: 18156035.

 6,067 Visite Totali,  12 Visite di oggi

Condividi questo articolo