Ecografia tiroidea, cos’è, quando è indicata e come si esegue

L’ecografia tiroidea ci consente, innanzitutto, di vedere la ghiandola in toto, quindi di misurarne la volumetria definirne i contorni, l’ecostruttura, l’ecogenicità e la vascolarizzazione.

Poi ovviamente permette di segnalare i noduli maggiori e i più rilevanti, di cui vanno individuate le dimensioni, l’eventuale accrescimento, magari rispetto ad un esame precedente, la forma, l’ecogenicità, l’ecostruttura, la vascolarizzazione, la presenza o meno di micro o macrocalcificazioni. Inoltre serve anche definire le strutture linfonodali laterocervicali.

L’ecografia tiroidea non è indicata come metodo di screening nella popolazione in generale perché la prevalenza dei noduli tiroidei è rilevante: parliamo del 50 – 60% della popolazione totale.

Inoltre, c’è una frequenza molto bassa dei tumori della tiroide, circa il 5%, e un atteggiamento non aggressivo dei carcinomi tiroidei differenziati.

Per questo, la si utilizza soltanto in alcune condizioni:

  • quando abbiamo una lesione incidentale di una lesione tiroidea rilevata da altri esami;
  • nel follow-up di tireopatie già note;
  • nel follow-up del carcinoma tiroideo;
  • nel caso di tireopatie sospette dal punto di vista clinico;
  • in caso di noduli tiroidei palpabili;
  • in caso di gozzo, cioè aumento visibile della tiroide;
  • in caso di adenopatie laterocervicali sospette.

Come si esegue l’esame

L’ecografia tiroidea si esegue con l’ecografo che ci permette di visualizzare la ghiandola tiroidea.

Si utilizza una sonda lineare, indicata per lo studio di un organo superficiale come la tiroide.

Il paziente si sdraia sul lettino in posizione supina a collo iperesteso con lo sguardo rivolto all’indietro e si procede all’applicazione del gel sulla parte anteriore e laterale del collo per permettere la trasmissione degli ultrasuoni.

Non c’è alcuna preparazione all’esecuzione dell’ecografia tiroidea. La durata è variabile: dai 5 ai 10 minuti.

L’esame non presenta alcun rischio in quanto la sorgente che viene utilizzata per gli ultrasuoni è assolutamente sicura: può essere utilizzata anche da bambini e donne in gravidanza.

Ecografia tiroidea, cos’è, quando è indicata e come si esegue

Nel video illustra l’argomento la Dr. Erika Leone, Specialista in Endocrinologia.

SenoClinic, il tuo centro per la salute delle donne a Roma

SenoClinic è un Centro di Senologia Multidisciplinare ubicato a Roma presso la Casa di Cura Villa Mafalda. Completano l’offerta sanitaria l’ambulatorio di Ginecologia e di Endocrinologia.

Il direttore responsabile è la Dottoressa Simonetta Rossi.

Per maggiori informazioni contatta la nostra Segreteria allo 06 36 30 34 91.

Con SenoClinic è possibile prenotare le visite e gli esami on-line.

 563 Visite Totali,  1 Visite di oggi

Condividi questo articolo