Tumore al seno: la dieta capace di contrastare gli effetti della chemioterapia

Uno studio americano viene in aiuto alle donne affette da tumore al seno che si trovano a fronteggiare le conseguenze ed i sintomi della chemioterapia, proponendo una dieta “su misura” per loro.

Tumore al seno: l’approccio chemioterapico è fondamentale

Gli effetti collaterali della chemioterapia sono noti, e pur tuttavia essa rimane sempre la prima strada da percorrere per fronteggiare e superare il tumore al seno. Alla chemioterapia vengono spesso associate una serie di trattamenti volti a diminuire la produzione di estrogeni. L’insieme dei sintomi prodotti da questo doppio approccio di cure non è sempre positivo per le pazienti, sia dal punto fisico che dal punto di vista psicologico. 

I sintomi della chemioterapia possono essere tenuti sotto controllo con la dieta

Secondo una ricerca recentemente pubblicata sull’autorevole rivista americana Breast Cancer Research and Treatment e condotta dai ricercatori del GeorgeTown Medical Center, è possibile mettere a punto una dieta mirata a fronteggiare con successo gli sgradevoli effetti collaterali delle terapie contro il tumore alla mammella. 

La dieta per alleviare i sintomi della chemioterapia

I risultati parlano chiaro: più è alto il consumo di soia e di crucifere, più è possibile alleviare i sintomi della chemioterapia. Questi alimenti riescono a controllare sia i processi infiammatori, sia i livelli di estrogeni. Largo dunque a soia ma anche a tutti gli alimenti appartenenti alla grande famiglia delle crucifere, come cavoli, broccoli, cavoletti, cavolfiori. 

AVVISO ALLE UTENTI
Le informazioni contenute in questa pagina sono solo a scopo informativo e non possono assolutamente sostituire il parere del medico.